Entra qui per uscire di casa!

Il Turismo Responsabile si incontra a It.a.cà

Il Turismo Responsabile si incontra a It.a.cà

8 mag, 2012

It.a.cà dovrebbe essere la meta di tutti i viaggiatori, non perché Ulisse è il più noto viaggiatore della letteratura mondiale, ma perché nel XXI secolo è necessario pensare ad un cambiamento epico, che trasformi il viaggiare in un atto responsabile, sostenibile ed etico. Proprio al turismo responsabile è dedicato il festival It.a.cà migranti e viaggiatori, in programma dal 26 maggio al 3 giugno 2012 in diversi luoghi della città di Bologna e dintorni.

Il turismo responsabile è una delle tante soluzioni auspicate dalle Nazioni Unite per il compimento dei cosiddetti Obiettivi del Millennio, otto progetti di sviluppo che tutti gli stati membri dell’ONU si sono impegnati a portare a compimento per il 2015. Il festival It.a.cà, giunto quest’anno alla quarta edizione, è un’ottima occasione per scoprire cosa significa essere viaggiatori responsabili, approfondendo temi quali, sviluppo sostenibile, solidarietà ed etica del turismo. Non solo i viaggiatori, ma anche le istituzioni, le ONG, le agenzie viaggi, le comunità di immigrati, insieme possono diventare i soggetti di questo cambiamento.

Il programma di It.a.cà è ricchissimo, sviluppato su sei “fili conduttori”: Turismo scolastico, Political Tourism, Turismo e sostenibilità, Marketing territoriale, Turismo e migrazioni, Turismo in casa. Conferenze, proiezioni, laboratori, spettacoli teatrali, mostre, concerti, workshop compongono un calendario denso di esperienze in cui ognuno dei partecipanti potrà trovare spunti interessanti per trasformare il proprio modo di vivere e progettare il viaggio.

Da non perdere, almeno uno degli Itinerari It.a.cà, occasioni per scoprire Bologna e il territorio circostante da nuovi punti di vista, gite fuori porta in gommone, visite in vigna o agli orti sociali della provincia di Bologna, escursioni in bicicletta, spettacoli itineranti, trekking urbano e tanto altro ancora.

Il progetto It.a.cà parte da un dato, circa un sesto della popolazione mondiale, 1 miliardo di persone, viaggia almeno una volta all’anno per turismo, ma la conclusione è che il viaggio responsabile non è solo quello che ti porta lontano, perché il viaggio parte da casa e arriva a casa, It.a.cà. appunto, che in dialetto bolognese significa “Sei a casa?”.

Sul sito ufficiale www.festivalitaca.net è possibile consultare nel dettaglio il programma, gli obiettivi e tutte le informazioni su It.a.cà. migranti e viaggiatori. Festival del Turismo Responsabile. Bologna 26 maggio – 3 giugno 2012.